Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

APPELLO ROMA CAPITALE, ORGOGLIO ITALIANO

8601399E-4514-4541-933B-9872F88F4811

Questa di “Roma Capitale, orgoglio italiano” è una storia che viene da lontano. La Costituzione ne parla, al comma 3° dell’art. 114, e prima ancora Cavour ne rivendicava, con un suo intervento al Parlamento del 25 marzo 1861, le prerogative per tale ruolo: “Roma è la sola città d’Italia che non abbia memorie esclusivamente municipali: tutta la storia di Roma dal tempo dei Cesari al giorno d’oggi, è la storia di una città la cui importanza si estende infinitamente al di là del suo territorio. Di una città, cioè, destinata ad essere la capitale di un grande Stato”.

Oggi, invece, la città scivola lentamente in un sempre maggiore degradoDopo 150 anni non esprime ancora a pieno il suo ruolo di capitale. Per noi italiani, in particolare per noi romani, è davvero un’umiliazione continua vivere in questo totale abbandono. Perché devono essere sempre i cittadini, costretti a “sopravvivere” in quella che dovrebbe essere la città che tutto il mondo ci invidia, a pagare il prezzo più alto?

Il recente “decreto crescita”, votato dal precedente governo nel silenzio dell’opposizione, sembra quasi un timbro sul processo incompiuto per farne una vera capitale. “Se i fondi li date a Roma dovete darli anche agli altri comuni in difficoltà” è stato il ritornello politico ripetuto sul tavolo di una trattativa improponibile che ha messo la capitale sullo stesso piano di qualunque altro comune.

L’umiliazione si è ripetuta ancora al punto 20 del programma del nuovo governo.

Roma ha la più vasta estensione territoriale tra le capitali europee, la presenza di tutte le funzioni di governo, di uno stato estero (il Vaticano) e della Fao con le rappresentanze di ben tre corpi diplomatici, la custodia del parco storico-archeologico più importante del globo, il peso dell’organizzazione di tutte le più importanti manifestazioni.

Questo appello promosso da noi cittadini vuole contribuire al rispetto, alla stima e all’orgoglio di vivere nella nostra città, ma anche a rendere consapevole l’intero Paese che Roma Capitale ne rappresenta l’unità territoriale, la sua coesione sociale, culturale e politica.

Chiediamo

che sia applicato il comma 3° dell’art. 114 della Costituzione che assegna alla città la condizione giuridica propria con poteri e prerogative che la mettano alla pari con le altre capitali europee;                      

chiediamo

che il Parlamento si assuma la responsabilità politica nei confronti della comunità nazionale di dare risposte concrete all’indilazionabile esigenza di riconoscere a Roma il ruolo e lo status di capitale d’Italia chiudendo definitivamente la stagione delle emergenze e delle umilianti contrattazioni;

chiediamo

che il Presidente del Consiglio Conte riconosca il 150° anniversario di Roma Capitale del prossimo anno, Anniversario di Interesse Nazionale come previsto da DPCM del 2018 e come la storia ci consegna, coinvolgendo attivamente anche le rappresentanze dei cittadini di tutti i luoghi interessati.  

Roma Capitale, orgoglio italiano

continuerà a coinvolgere cittadini, associazioni, comitati, istituzioni a diversi livelli con qualsiasi attività volta alla sensibilizzazione della politica e delle istituzioni per ottenere finalmente le risposte che da oltre 150 anni Roma e gli italiani aspettano.

Il nostro obiettivo

è che nel 2020, a 150 anni dalla sua liberazione e unanime individuazione come capitale, Roma e tutti gli italiani possano essere orgogliosi di partecipare ai festeggiamenti nelle tante realtà nazionali.

Abbate Gabriele
Aymonino Francesco
Auriuso Gino
Barbato Angelo
Barbieri Pietro
Barzini Francesca
Bellaroto Giovanna
Bianchi Anna Maria
Bocci Claudio
Boldini Giorgio
Boscaini Stefania
Brignola Lucilla
Candido Pino
Cannizzaro Angela
Carchedi Francesco
Castracane Francesco
Castracane Marco
Censi Simona
Chirico Danilo
Cippitelli Claudio
Citarella Nando
Clementi Stefano
Colace Maurizio
Costa Andrea
Cusani Dario
Danese Francesca
De Biase Giuseppe
De Camillis Enzo
Delfini Paolo
Devastato Giovanni
Fazzi Giampiero
Frattarelli Maurizio
Gallico Lorenzo
Gallone Paolo
Giangiacomo Claudio
Giovagnoli Sergio
Giulioli Roberto
Granito Giuseppina
Grippa Michele
Guccione Giuseppe
Guidi Alberto
Indra Perera
Lancia Cinzia
Liberotti Pino
Lobefaro Giuseppe
Lombardo Gianluca
Macioti Maria
Martini Mauro
Martini Stefano
Martone Gianluca
Marinelli Marco
Mastrosanti Renato
Mastrangelo Stefano
Mazzei Carlo
Melani Monica
Menichetti Paolo
Miglio Gianfranco
Minio Paluello Lorenzo
Mirabelli Giorgio
Modigliani Daniel
Monni Salvatore
Napoli Stefano
Nazio Pino
Novelli Andrea
Ombuen Simone
Pagano Roberto
Palumbo Gianni
Panecaldo Fabrizio
Panizzi Giorgio
Panunzi Stefano
Pertica Laura
Piccolo Rino
Piso Vincenzo
Premuti Fabrizio
Prestagiovanni Bruno
Puccini Enrico
Pultrone Vincenzo
Quarzo Giovanni
Rondello Salvatore
Rigucci Paolo
Rossetti Carlo
Rosi Claudio
Rossi Stefano
Russo Gianni
Russomanno Giorgio
Saitto Alfredo
Simoncini Stefano
Soldini Piero
Stramba-Badiale Pietro
Tosto Tonino
Tosto Rossana
Tramontana Pino
Travi Luciano
Valentini Guido
Viola Riccardo
Volpini Anna Maria
Zagra Giuliana
Zambelli Gianfranco

Promotori
Nicola Alfano Roberto Bandinelli De Crescenzo Eugenio Alberto De Rosa Francesco Florenzano Pino Galeota Resta Aurora Anna Ventrella

Comunicazione

Tommaso Capezzone, Sandro Zioni

2 Responses to APPELLO ROMA CAPITALE, ORGOGLIO ITALIANO

  1. Pietro Soldini Rispondi

    10 settembre 2019 a 15:12

    Condivido, questo appello, e questo obbiettivo, può e deve rappresentare un segnale tangibile di rinascita della nostra Città

  2. Umberto Cao Rispondi

    10 settembre 2019 a 21:54

    Condivido pienamente il documento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>