UNIAT APS ? CASA, AMBIENTE, TERRITORIO

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cronache dal futuro POLITICA

angelo
POLITICA
Con l’approssimarsi della fase 2 e soprattutto della 3, che si spera sia quella della ripartenza, si avvicina a scadenza la fase in cui Conte poteva traccheggiare tra PD e 5S e innanzitutto tra le varie anime 5S.
Le sue, scarse, possibilità di permanenza si fondano tutte sulla sua capacità o meno di traghettare il più numeroso possibile numero di 5S sulla sponda del realismo e del governismo che, in questa fase, significa accettare tutti gli aiuti finanziari possibili delle varie componenti europee a prescindere da ideologismi e pregiudizi. Altra fondamentale condizione è far digerire, sempre ai suoi grillini, l’ingresso dell’ennesimamente redivivo Berlusconi nell’area governativa. Quest’ultima condizione è d’altronde essenziale per rassicurare i partner europei conservatori su una sostanziale stabilità politica italiana.
Se riesce in questo piccolo capolavoro Conte farà rapidamente e totalmente dimenticare errori e lentezze che, pur in una gestione tutto sommato dignitosa, non sono mancati.
Il successivo, e più complicato, step sarà far digerire una fase sostanzialmente degiuridicizzata e deburocratizzata di una gestione massivamente statalista e centralizzata dell’economia e delle istituzioni.
La partita più dura sarà quella della degiuridicizzazione che potrà essere vinta con la conquista totale dell’opinione pubblica che opererebbe quindi un capovolgimento di sentiment rispetto al giustizialismo precedente. Capovolgimento possibile con l’accorto e diffuso strumento dell’inondazione di fondi finanziari a tutti gli strati della popolazione e a tutti i settori produttivi senza lacci e lacciuoli. Basterà una puntuale denuncia all’opinione pubblica di tradimento degli interessi nazionali a chi si azzarderà a produrre ricorsi che tentino di bloccare appalti e opere pubbliche necessarie al rilancio dell’economia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>